Corso Triennale

Product
Design

Imparare facendo è il principio alla base dei corsi triennali di Raffles Milano, un percorso di formazione che struttura la mente, fornisce un solido bagaglio tecnico e fa venire voglia di allargare i propri orizzonti di vita.

Durata

3 anni

Crediti

180

Ore

1400

Data d’inizio

Ottobre

Lingua

Italiano / Inglese

Course leader

Carlo
Forcolini

Designer

Nato nel 1947 e laureato nel 1969 all’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1975 al 1979 ha lavorato per ICF De Padova e in parallelo ha iniziato a collaborare con Vico Magistretti, uno dei maestri del Design italiano. Dal 1978 al 1984 ha vissuto a Londra e in quel periodo è stato fra i fondatori di Alias e Director di Artemide G.B. Nel 1992 ha fondato Nemo, e nel 1999 Forcolini.Lab. Nel 2005 ha fondato Oylight. Nel corso degli anni ha progettato per Alias, Artemide, BBB Bonacina, De Padova, Caimi Brevetti, Cassina, Gervasoni, Luceplan, Luci Italia, Joint, OY light, Pomellato e Zumtobel. Dal 2001 al 2007 è stato Presidente nazionale di ADI Associazione per il Disegno Industriale. Nel 2007 è membro del Consiglio Italiano del Design e dal 2008 è membro del Giurì del Design di ADI. Dal 2009 al 2016 è stato Direttore Scientifico, CEO e Vicepresidente di IED. Nel 2018 è nominato dal MIBAC membro della Commissione di studio per l’individuazione di politiche pubbliche di supporto e sviluppo al Design, e dal Ministero degli Esteri Ambasciatore del design italiano nel mondo. Dal 2017 è Direttore Scientifico di Raffles Milano. Nel 2020 ha ricevuto il Compasso d’Oro alla Carriera. Suoi progetti sono nelle collezioni del Cooper Hewitt Museum di New York, nel Museo delle Arti decorative di Parigi, nel Museo del Design della Triennale di Milano e nella Collezione del Compasso d’Oro ADI. Ha esposto a Madrid, Los Angeles, Londra, Amburgo, Colonia, Tokyo, Sidney, Santiago, Mosca, Oslo, Napoli, Milano, Toronto e Bruxelles. 

Product design:
progettare oggetti, sistemi e soluzioni

Perché?

Senza design il mondo sarebbe più povero e faticoso. La disciplina del design si può definire infatti come ‘intelligenza spalmata’ che invita a trovare nuovi significati e nuove soluzioni, e che educa le persone a generare valore e valori per il mondo che ci sta intorno. Da sempre, il design è un motore potente di progresso sociale, estetico e di pensiero.

Opportunità professionali

Il design è un fattore imprescindibile per tutte le aziende che si posizionano sul mercato per la qualità dei propri prodotti. Tale qualità si compone di ideazione, usabilità ed emozionalità, soddisfacimento dei requisiti eco-sostenibili, scelta dei materiali adeguati e ciclo di vita dei prodotti stessi. E il designer è il primo attore nella definizione delle caratteristiche principali del prodotto. Alla fine del corso il candidato potrà trovare opportunità di collaborazione o impieghi strutturati nei più diversi campi industriali dove convergano innovazione e qualità del prodotto, dei servizi e dei processi.

A chi si rivolge

Il corso è rivolto a candidati con un diploma di Istituto secondario di Secondo grado. Lo studente ideale del corso vuole trasformare le proprie caratteristiche creative in capacità di pensiero, ideazione, realizzazione e comunicazione di progetti, prodotti e servizi. Il corso fornisce gli strumenti di ricerca, le metodologie e i processi per governare la complessità progettuale. Essendo il design per sua natura interdisciplinare, durante il corso vengono forniti gli strumenti per interagire con i vari esperti nella gestione del processo, dall’ideazione del prodotto alla sua commercializzazione.

Programma

Il programma del Primo anno è propedeutico all’acquisizione di strumenti di Basic design, percezione e sensorialità, conoscenza dei materiali, Storia del design, Teoria del progetto e rappresentazione, Progettazione 1. Il Secondo anno è caratterizzato da una forte componente di laboratori, workshop, laboratori interdisciplinari, visite in aziende. Il Terzo anno è destinato all’analisi di tendenze e scenari futuri, nuove opportunità progettuali, con la città come teatro di progetto. L’ultimo semestre è dedicato allo sviluppo di una tesi progettuale in collaborazione con le imprese.

Argomenti

– Basic design.
– Storia delle arti e del design.
– Design dei materiali.
– Ricerca di scenari e sviluppo concept.
– Rappresentazione e comunicazione di prodotti e servizi.
– Ergonomia fisica e cognitiva.
– Qualità percepita e sensorialità.
– Design e sostenibilità.
– Marketing strategico/prodotto e comunicazione.
– Design management

Studente dell’anno

Al termine di ogni anno accademico RM premia il miglior talento di ogni anno di corso.
Il riconoscimento viene conferito allo studente che, per carriera accademica e portfolio, si sia distinto nella valutazione sia di una commissione di docenti interni sia di quella di una commissione di professionisti esterni, chiamati in questo caso a giudicare un portfolio garantito dall’anonimato.

Docenti

Sono affermati professionisti, autori di progetti che hanno lasciato il segno, e con lunghi anni di insegnamento alle spalle. Hanno uno sguardo aperto e decisamente internazionale. Fanno parte di un gruppo coeso e fertile, e amano confrontarsi sull’andamento dei corsi, sulle opportunità che si presentano in corsa e sul rendimento dei singoli studenti.

Alice Barki

Industrial designer

Aldo Bottoli

Color e Perception designer

Christian Buzio

Modellista

Arian Brajkovic

Designer

Valeria Calfa

Visual designer

Marco Capellini

Architetto

Carlo Dameno

Designer

Valentina Di Francesco

Visual designer

Pasquale Di Meglio

Design director / Visual designer

Francesco Dondina

Graphic designer

Gianluca Ferrauto

Coach

Monica Ferrigno

Designer

Carlo Forcolini

Direttore Scientifico

Stefano Frattini

Visual designer

Marco Frigerio

Designer

Lorenzo Gecchelin

Architetto e Designer

Chiara Grandesso

Graphic designer

Vittorio Libertucci

Laura Licari

Laura Lisi

Traduttrice / Interprete

Pierluigi Masini

Giornalista / Scrittore

Chiara Moreschi

Stefano Moscatelli

Architetto

Massimo Mussapi

Designer

Matteo Origoni

Architetto

Paolo Orlandi

Illustratore

Roberto Pauli

Industrial Designer

Paolo Ranzani

Fotografo

Marco Rossano

Antropologo

Patrizia Scarzella

Architetto / Giornalista

Anna Santi

Ricercatrice

Sara Selmi

Industrial designer

Luca Stalla

Modellista

Isabella Steffan

Architetto

Barbara Tornaghi

Industrial Designer

Amelia Valletta

Design strategist

Orio Vergani

Gallerista / Curatore

Giulio Vinaccia

Designer

Motoki Yoshio

Designer

Marianna Zocca

Service designer

Ammissioni

Le richieste di ammissione possono essere inoltrate scaricando il modulo ed inviandolo a triennali@rm-modaedesign.it oppure con contatto telefonico diretto con la segreteria.

Tassa di ammissione
I candidati per l’ammissione dovranno versare una tassa pari a 150 euro.

Documentazione di ammissione
– lettera di motivazione
– passaporto o carta d’identità per gli studenti italiani o cittadini EU-EFTA
– ricevuta del pagamento della tassa di ammissione di 150 euro.

I candidati saranno contattati dall’Admission Team per un colloquio di ammissione con il Coordinatore Accademico: si tratta di un momento di confronto aperto in cui il Candidato può esplicitare chiaramente le proprie motivazioni personali e essere informato sulle linee guida dell’Istituto (impegno, dedizione, comportamento, regolamento generale della didattica).

Ai candidati, se il risultato del colloquio è stato positivo, viene inoltrata la risposta ufficiale di accettazione della richiesta di ammissione, che resta non vincolante per il Candidato.

Scarica il modulo di ammissione qui ed invia tutta la documentazione a: triennali@rm-modaedesign.it

Conferma dell’iscrizione 
I candidati possono procedere con l’iscrizione una volta ricevuta la mail di ammissione.

Rette

Rette annuali valide per le iscrizioni dal 1° gennaio 2021:
Studenti dell’Unione Europea ed EFTA
Tassa d’iscrizione + retta annuale secondo le sei categorie di fasce di reddito familiare ISEE:
I Fascia di reddito fino a 30.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 6.000 euro
II Fascia di reddito da 30.001 a 40.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 7.000 euro
III Fascia di reddito da 40.001 a 70.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 9.500 euro
IV Fascia di reddito da 70.001 a 100.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 12.500 euro
V Fascia di reddito da 100.001 a 125.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 16.000 euro
VI Fascia di reddito oltre a 125.000 euro
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 18.000 euro

Studenti extra Unione Europea
Tassa di iscrizione: 3.000 euro
Retta di frequenza annuale: 18.000 euro
Raffles Milano può accettare la presentazione di documenti di reddito da parte degli studenti per valutarne l’idoneità rispetto alla determinazione della fascia di appartenenza

Richiedi Info
Richiedi Ammissione